Un sacco di sostenibilita'! Il Gruppo Selex utilizzera' shopper in Mater-Bi di Novamont

Il contrasto all’inquinamento da plastica si attua anche attraverso il consumo critico e l’adozione di soluzioni maggiormente sostenibili volte a ridurre la nostra impronta ecologica. Le applicazioni in Mater-Bi, bioplastica sviluppata da Novamont mediante la lavorazione di oli vegetali e amido di mais, rappresentano una valida alternativa ai classici prodotti in plastica.

Ecco perché è sempre più importante che anche i leader della grande distribuzione organizzata optino per prodotti a basso impatto ambientale, che terminato il loro utilizzo non diventino scarto ma si trasformino, anzi, in risorsa.

Proprio in quest’ottica, Gruppo Selex – secondo player della grande distribuzione italiana per quota di mercato – e Novamont hanno siglato un accordo all’insegna della sostenibilità, secondo il quale la quasi totalità delle imprese associate al suddetto Gruppo adotteranno un complesso di soluzioni finalizzate ad abbattere l'impatto del packaging sull'intera catena del valore: dalla produzione al confezionamento degli alimenti, fino all'asporto merci. Tali scelte contribuiranno a ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati e l'emissione di gas climalteranti.

Le insegne del Gruppo Selex, coinvolte nell'accordo, si doteranno di shopper e sacchi ortofrutta prodotti con Mater-Bi. Conclusa la loro funzione d'uso primaria, queste buste potranno essere reimpiegate per la raccolta della frazione organica dei rifiuti e, avviate agli impianti industriali di compostaggio insieme ai residui di cibo, si trasformeranno in fertile compost per la rigenerazione del suolo.