Modelli di ricerca alternativi: l'Università di Bologna parla al futuro

Anche l’Università di Bologna apre le porte al futuro, dedicando una giornata all’ approfondimento e al sostegno dei metodi alternativi alla sperimentazione animale.

Il 12 aprile, infatti, presso la prestigiosa Accademia delle Scienze, Sala Ulisse in Via Zamboni 31, si terrà una giornata dal titolo “Avanzamenti scientifici e legislativi e nuove frontiere nello sviluppo di metodi alternativi nello screening di farmaci e nuove molecole”.

Un’occasione importante per dare un segnale di innovazione e aggiornamento sulle tecniche scientifiche più predittive per il futuro dell’uomo, nel rispetto degli animali e del pianeta; saranno presenti relatori di rilevanza anche internazionale, che illustreranno le tecniche di ricerca più avanzate e le normative nazionali ed europee.

La LAV, portatrice di questo messaggio di speranza e cambiamento, da anni sostiene e finanzia borse di studio per ricerche senza animali e da due anni collabora con il Dipartimento di Chimica “G. Ciamician” dell’Università di Bologna per sviluppare modelli alternativi all’uso di animali per i test di farmaci e nuove molecole, un progetto all’avanguardia che verrà illustrato durante la giornata.

PROGRAMMA