Ennesima corsa clandestina di cavalli a Palermo. Ministra dell'Interno Lamorgese intensifichi i controlli!

Un’ennesima corsa clandestina di cavalli si sarebbe svolta questo fine settimana a Palermo, nel quartiere Brancaccio.

I protagonisti sarebbero persone già note per attività di corse clandestine. Alla gara illegale, come sempre accade in questi casi, hanno assistito decine di persone, molte delle quali hanno dato il loro sostegno scortando la gara a bordo di motociclette.

“La sfrontatezza degli organizzatori delle corse clandestine di cavalli è nota da tempo, basti pensare ai video e immagini che circolano sui Social: esaltazione e sublimazione dello strapotere criminale - commenta Ciro Troiano, criminologo, responsabile Osservatorio Zoomafia LAV e aggiunge - se si vuole vincere per davvero questa lotta, occorre adottare una visione strategica unitaria dei vari aspetti dell’illegalità zoomafiosa che incidono sul più vasto contesto della tutela della sicurezza pubblica e su quello della lotta alla criminalità organizzata: solo adottando iniziative investigative tipiche del contrasto ai sodalizi criminali si attuerà una strategia vincente, altrimenti continueremo con l’ipocrita indignazione fino alla prossima corsa clandestina”.

Due anni fa proprio nel giorno di Pasqua fu organizzata una corsa clandestina di cavalli a Sora (FR). I giorni festivi e il periodo festivo in genere rappresentano, infatti, un elemento di rischio per la realizzazione di queste gare clandestine.

Per questi motivi, chiediamo alla Ministra Lamorgese di dare indicazioni alle Questure e alle Prefetture delle Province dove questo fenomeno criminale è particolarmente presente, di intensificare le attività di controllo del territorio per prevenire la realizzazione di queste vere e proprie manifestazioni di esaltazione dell’illegalità.

APPROFONDIMENTO