Covid 19: virus mutato in visoni allevati in Danimarca. Chiudere quelli italiani

Il virus SARS-COV-2, che ha infettato 63 allevamenti di visoni in Olanda, 101 in Danimarca e che ha portato all’abbattimento di milioni di animali, con il gas, sta mutando. In Europa centinaia di persone sono già state infettate dai visoni di questi allevamenti. E ci sono stati contagi anche in Spagna e negli Stati Uniti.

Come se la sofferenza di milioni di animali sfruttati in condizioni disumane per la produzione di pellicce non bastasse per chiuderli, ora dobbiamo fare i conti con i seri rischi sanitari di questi allevamenti.

In Italia si allevano visoni (circa 60.000 animali) nelle province di Brescia, Cremona, Padova, Venezia, Forlì, Ravenna, L’Aquila. Ognuno degli 8 allevamenti ancora attivi nel nostro paese costituisce un possibile serbatoio del virus SARS-CoV-2.

Rinnoviamo la richiesta al Ministro della Salute, Roberto Speranza, di vietare definitivamente nel nostro Paese l’allevamento di visoni e di ogni altro animale per la produzione di pellicce.

Comunicato stampa