Vittoria storica: stop a detenzione e commercio animali esotici

Aggiornamento 26 aprile 2021

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 23 aprile, della Legge Delega, ne stabilisce l'entrata in vigone per l'8 maggio 2021.
Il Governo, quindi, dovrà emanare il Decreto attuativo su divieti e restrizioni a importazione, commercio, detenzione animali, entro l’8 maggio 2022.

 

21 aprile 2021

Un concreto passo avanti per contrastare epidemie e pandemie. Pipistrelli e pangolini, rettili e anfibi: tutti gli animali esotici non potranno essere più importati e detenuti in Italia.
Ieri sera, infatti, il Senato ha approvato in via definitiva la Legge di delegazione europea che contiene l’articolo 14 lettera q), un emendamento a prima firma della Capogruppo di LeU, Loredana De Petris, con il parere positivo del Governo, che prevede il divieto di importazione di importazione e detenzione di animali esotici e selvatici e restrizioni al commercio degli animali domestici che dovranno essere operative entro dodici mesi. 

Cosa cambia? Domande e risposte

Oggi entra in vigore il Regolamento europeo 2016/429 relativo alle malattie animali trasmissibili e che modifica e abroga taluni atti in materia di sanità animale e l’Italia può così rendere efficace con i fatti la norma comunitaria - dichiara Gianluca Felicetti, Presidente LAV - si concretizza la nostra proposta per un’efficace prevenzione della diffusione di virus e zoonosi animali agli umani, per il rispetto degli animali, strappati ai loro ambienti naturali o fatti riprodurre in cattività, per non ricadere negli stessi errori che hanno portato alla nascita e alla diffusione di tante epidemie e pandemie, come Sars, Mers e Covid19”. 

Lo stop al commercio di animali esotici è uno dei sei punti contenuti nel nostro Manifesto “Non torniamo come prima”, per uscire dall’emergenza sanitaria, e oggi siamo molto vicini al vederlo realizzato.

Comunicato stampa integrale