Comune Fiumicino vieta attendamento e uso di animali per il circo Rony Roller. Subito legge di divieto nazionale!

Il 16 febbraio 2022, si è riunita una conferenza dei servizi del comune di Fiumicino che ha vietato il circo con animali sul territorio comunale.

Negli ultimi giorni infatti, il Circo Rony Roller stava concludendo i preparativi per l’avvio degli spettacoli che si sarebbero dovuti tenere dal 18 al 28 febbraio, in uno spazio della città aeroportuale.

Tutta la giunta Comunale, stretta e concorde con la decisione presa dall’Assessora ai Diritti degli Animali (per i quali, come abbiamo annunciato e festeggiato poche settimane fa, è iniziato l’iter di inserimento, insieme all’Ambiente, nella Costituzione italiana), ricorda che oltre alla violazione delle disposizioni dell’Art. 13 del Regolamento Tutela Animali del Comune, “la conferenza ha espresso, per diverse ragioni, parere negativo all'utilizzo di animali negli spettacoli del circo stesso – come spiegato dalla stessa assessora ai Diritti degli animali Alessandra Colonna – e anche alla loro presenza, considerato che sono costretti nelle gabbie. Innanzitutto perché la riteniamo una forma di sfruttamento a cui questa amministrazione è da sempre contraria, ma anche perché è diseducativo nei confronti del pubblico che assiste alle performance, specialmente dei più piccoli". E aggiunge: "Ricordo che il parere dell'Ufficio degli animali è insindacabile e, pertanto, il circo non dovrà, in alcun modo, utilizzare gli animali negli spettacoli che metterà in scena –– Siamo in attesa del parere della Asl, che dovrebbe arrivare in giornata, per quanto riguarda la detenzione nelle gabbie” (la detenzione in gabbia durante attendamento è pratica vietata da linee guida CITES per l’attendamento dei circhi, adottate dallo stesso Comune di Fiumicino).

“Plaudiamo a questa decisione presa da Sindaco, Assessora Colonna e Giunta Comunale di Fiumicino - dichiara Andrea Casini, Responsabile Animali Esotici di LAV - questa decisione, insieme al fatto che molti altri Comuni italiani vieterebbero immediatamente l’attendamento di circhi con animali, insieme al fatto che sempre più pedagogisti, psicologi ed educatori ritengono che sia una forma di spettacolo diseducativa, e alla incontestabile evidenza che i cittadini italiani ed europei non vogliono più questo crudele divertimento”.

Un segnale in più per il Ministro Franceschini e per il Senato, di velocizzare e approvare al più presto la Legge Delega che porterà al divieto nazionale di utilizzo di animali negli spettacoli circensi e in altre forme di spettacolo viaggiante.