Home | Notizie | Italcarni: Ordine Brescia apre procedimento su veterinari condannati

Italcarni: Ordine Brescia apre procedimento su veterinari condannati

Leggi l'articolo

Ultimo aggiornamento

mercoledì 5 aprile 2017 22:00

Topic

Condividi

L’Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Brescia ha risposto alla LAV, comunicando di aver aperto il procedimento disciplinare previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica n.221 del 1950 che potrà portare due Medici Veterinari, condannati per reati compiuti presso il macello Italcarni di Ghedi e presso un allevamento di cani a Isorella, al sanzionamento che va dal richiamo alla sospensione, fino alla radiazione per i casi più gravi.

Il procedimento disciplinare dovrà appurare se i due Veterinari, sulla base delle sentenze del Tribunale, sono “colpevoli di abusi nell’esercizio della professione” e se “con la loro condotta hanno compromesso gravemente la loro reputazione e la dignità della classe sanitaria”.

La LAV ha trasmesso per uno dei due medici veterinari anche la recente sentenza con la quale il Tribunale di Brescia, in data 25 ottobre 2016, lo ha condannato per aver omesso di denunciare il taglio di coda e orecchie praticato in un allevamento, peraltro abusivo.