Attacco e minacce da parte di circensi: riceviamo e pubblichiamo lettera di scuse

A marzo 2018, in occasione della nostra partecipazione alla rassegna “Fa’ la cosa giusta”, alla Fiera d Milano, nel corso della notte veniva divelto il nostro stand e posto in bella vista, spaccato, il pannello di una mostra contro l’uso degli animali nei circhi. Minacciato su Messenger e Facebook il Presidente della LAV Gianluca Felicetti “Pagherai per tutto quello che mi hai fatto”.

A distanza di quattro anni, dopo nostra denuncia ai Carabinieri di Milano e Roma, riceviamo e pubblichiamo una lettera di scuse a firma di Eusanio Martino, all’epoca Consigliere nazionale dell’Ente Nazionale Circhi, oltre che implicato nel sequestro degli animali da circo in Sardegna e processo ancora in corso per quei fatti.

Mi scuso con la LAV e il suo Presidente Gianluca Felicetti, per quanto da me letteralmente affermato pubblicamente nel marzo 2018 con la frase “pagherai per tutto quello che mi hai fatto”. Pur nella diversità di opinioni in merito, ritengo che le mie dichiarazioni siano state impulsive e quindi inopportune nei toni e sbagliate nei modi, considerato peraltro che le azioni della LAV - per abolire l’uso degli animali nei circhi, per la custodia giudiziaria e la presa in carico di animali sequestrati a circhi per maltrattamenti - si sono svolte nel rispetto dei propri fini statutari e sarebbe stato dunque corretto manifestare ogni mia critica nelle sedi competenti. Quanto successo nel marzo 2018, ha visto giustamente l’associazione adire le vie legali a tutela della sua immagine, dei suoi associati e dei suoi fini statutari. Il sottoscritto, all’epoca Consigliere nazionale dell’Ente Nazionale Circhi, pertanto ribadisce le proprie scuse, impegnandosi per il futuro a fare in modo che il confronto tra le parti sia – pur nella diversità dei ruoli – sempre civile.

Eusanio Martino
Titolare Circo Martin