Macachi progetto Light-up: 595 giorni di una drammatica storia

Sono passati 595 giorni da quando abbiamo svelato all’Italia, e a tutta Europa, l’orrore celato dietro lo studio Light-up delle Università di Parma e Torino, con la campagna #CIVEDIAMOLIBERI che ha permesso di accendere nuovamente le luci sulla sperimentazione animale nel nostro Paese, dopo il clamore suscitato dal caso dell’allevamento Green Hill, di cani destinati ai test nei laboratori. 

Il 5 giugno 2019 abbiamo lanciato la petizione per chiedere al Ministro Speranza che l’esperimento sul cervello di 6 macachi, autorizzato all’Università di Torino ed eseguito negli stabulari di Parma, venisse subito fermato. Quasi 450 mila persone hanno aderito finora alla campagna confermando, ancora una volta, come gli italiani siano contrari alla vivisezione. 

Combattiamo contro giganti, una battaglia tra Davide e Golia: da una parte LAV, che da oltre 40 anni porta avanti principi etici e ragioni scientifiche che spesso non trovato eco sui media e, dall’altra parte, colossi come le Università, il Ministero, il Consiglio Superiore di Sanità e persino istituzioni europee che fondano carriere e finanziamenti su modelli animali. 

Ma noi non ci siamo fatti fermare, nonostante abbiano provato ad intimidirci arrivando a denunciare il presidente dell’associazione con accuse cadute nel nulla a distanza di pochissimi mesi!

Sono stati mesi di ininterrotta battaglia sul fronte politico, legale e scientifico, e ora ci troviamo alle porte dell’ultima speranza per la salvezza dei macachi: il 28 gennaio ci sarà l’udienza finale del Consiglio di Stato, che deciderà se far riprendere l’esperimento attualmente sospeso, grazie alla nostra “testardaggine” sostenuta da fatti concreti.
Un grande risultato, una pietra miliare nella storia dei diritti degli animali e della legge che li tutela: per la prima volta nella storia siamo riusciti a far sospendere per ben due volte una procedura di sperimentazione, riuscendo ad alleviare il dolore dei macachi coinvolti, ed evitare che subissero altri interventi per quasi sette mesi. 

Manca poco all’ultima partita, ma una cosa è certa, noi non ci arrendiamo e continueremo a combattere e a dire la verità! #CIVEDIAMOLIBERI

Michela Kuan
Biologa, responsabile Ricerca senza animali

Leggi l'articolo integrale