Orsi: progetto 'Bear Ambassador' LAV-Parco Adamello Brenta

I comportamenti umani hanno, spesso, il potere di attirare gli orsi in una dimensione, quella appunto “umana”, che non appartiene loro, con tutte le complicazioni che ne derivano: su questa consapevolezza si basa il  progetto di educazione ambientale in collaborazione con il Parco Naturale Adamello Brenta, che ha tra i suoi obiettivi la convivenza pacifica fra orso e uomo.

La campagna #AllTogether

Fino alla fine della stagione estiva alcuni volontari LAV diventeranno dei “Bear ambassador”, degli “ambasciatori degli orsi”,  accogliendo i visitatori presso i parcheggi del Parco, spiegando loro quali siano i comportamenti da adottare in un territorio abitato dagli orsi, con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti, e fornendo materiale informativo accompagnato da alcuni sacchetti in materiale biodegradabile, utili per ricordare a tutti l’importanza di riportare a valle i rifiuti per poi smaltirli correttamente.

Il servizio del Tgr Rai Trentino del 9 agosto

Diventa socio

Il coinvolgimento dei ristoratori

Il progetto prevede anche la consegna, alle strutture di ristorazione nell’area del Parco, di decine di migliaia di tovagliette in carta, dotate di un QR-code che riporta alla pagina "Io sto con gli orsi" una pagina web informativa, per ricordare ai clienti che sono spesso le azioni dell’uomo a determinare le reazioni degli orsi, ribadendo la necessità di adottare comportamenti responsabili nei territori selvatici.

Siamo convinti che non ci sia alternativa alla convivenza pacifica con gli orsi. – dichiara Gianluca Felicetti, Presidente della LAV – Il nostro progetto con il Parco Adamello Brenta vuole dare un impulso concreto in questa direzione con l’obiettivo di recuperare i ritardi accumulati nel tempo”. 

Abbiamo accolto questa sfida con spirito propositivo – sottolinea il Presidente del Parco Naturale Adamello Brenta – nella convinzione che una realtà come il Parco, presente in maniera così forte e capillare sul territorio del Trentino occidentale, possa dare un contributo reale alla convivenza uomo-orso”.

Il servizio del Tgr Rai Trentino del 15 agosto

La collaborazione con il Consorzio turistico Pro Loco val Rendena

Il 22 agosto il presidente del Parco, Walter Ferrazza e Massimo Vitturi, responsabile LAV - Area Animali selvatici, hanno incontrato nella sede di Strembo del Parco, Mauro Collini, presidente del Consorzio turistico Pro Loco val Rendena, a cui hanno consegnato alcune migliaia di tovagliette in carta che richiamano alla convivenza con l’orso e gli altri animali selvatici: "il Consorzio nutre un profondo rispetto per tutti gli animali – ha spiegato a sua volta il presidente del Consorzio  – e ha visto fin da subito con favore questa iniziativa, che punta a migliorare la consapevolezza dei cittadini nei confronti della fauna selvatica”. 

Comunicato stampa 9 agosto